RIMINI – L’associazione di volontariato “Legambiente Valmarecchia” ha voluto testare, dal 15 al 17 febbraio, il noleggio gratuito delle cargo bike in gestione al BikePark di Rimini.

Le Cargo Bike disponibili sono state acquistate dal Comune di Rimini, all’interno del progetto europeo “CCCB”, City Changer Cargo Bike che fa parte del programma europeo Horizon 2020 di cui il Comune di Rimini è Partner. Fino all’estate saranno noleggiabili gratuitamente presso il Bike Park di Rimini, da residenti, e turisti che vorranno utilizzarle in giro per Rimini, vi consigliamo di andare a provarle e provare tutti i servizi della struttura.

Ora arriva anche l’incentivo fiscale da 2 milioni di euro dedicato alle biciclette pensate appositamente per il trasporto di merci e persone.

Dopo aver invaso le città del nord Europa le cargo hanno cominciato a diffondersi anche da noi. Nelle grandi città sono sempre più usate dai messenger, i corrieri in bicicletta, ma anche per i servizi di delivery, logistica e street food. Mezzi apprezzati anche dai genitori che hanno più di due figli e che nella praticità delle cargo bike hanno trovato la maniera perfetta per spostare rapidamente la famiglia tra scuola e impegni extra.

Nel 2021 ci sarà un fondo di 2 milioni di euro per incentivare l’acquisto di cargo bike e cargo bike a pedalata assistita: la misura è rivolta alle micro e alle piccole imprese che svolgono attività di trasporto merci e, in questo modo, potranno ricevere il 30% di credito d’imposta per acquisto di cargo bike (fino a un massimo di 2.000 euro l’anno). Il provvedimento è stato inserito nel “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023” (Atto Camera 2790-bis).

Andreas Jancke, giornalista automobilistico e presentatore del programma televisivo “auto mobil” sulla Vox, è un vero appassionato di auto. Tuttavia, per lui il mezzo di trasporto numero uno in città è l'e-cargobike, soprattutto quando si tratta di trasportare i bambini e tutto l’armamentario. Nell'intervista spiega perché la pensa così, se le e-cargobike possono effettivamente sostituire le auto e cosa bisogna fare nelle città perché più persone abbiano il coraggio di fare questa scelta.